Domande Frequenti

Qui trovate un elenco delle domande più frequenti fatte dai nostri clienti con le relative risposte.

1. E' vero che il prefabbricato su ruote non è soggetto a permesso di costruire?

ASSOLUTAMENTE NO!!. Diffidate da chi dice il contrario. MAI!!

Noi della Prefabbricatimobili S.r.l., titolari del marchio DOMUS,  proveniamo da un'esperienza di circa 40 anni nel settore del caravanning e la prima Casa Caravan è nata nel giugno del 2000 con il marchio DOMUS! Le Case Caravan, poste su terreno privato, sono esenti da "permesso di costruire", in quanto Veicolo ad uso abitativo, con carta di circolazione e targa, è soggetto ad unica tassa di possesso quale "Roulotte".

Escludendo quindi la categoria CASE CARAVAN, tutti gli altri prefabbricati, anche se montati su carrello con ruote; hanno bisogno di "permesso di costruire"; anche le cosidette "case mobili". Esse non possono essere collocate su terreni privati e/o agricoli senza il predetto permesso in quanto nascono unicamente per essere posizionate all'interno dei campeggi.

2. Devo realizzare una platea in cemento per collocare una vs struttura?

Non necessariamente. Spesso una platea in cemento presuppone il rilascio del relativo permesso di costruire. E’ preferibile utilizzare della ghiaia o dei mattoni autobloccanti che tra l’altro drenano l’acqua evitando il formarsi di pozzanghere (habitat ideale per le zanzare).

3. Le Case Mobili su Ruote possono essere collocate su un terreno agricolo?

Come specificato in precedenza, occorre fare la seguente distinzione:

  • Case Mobili su ruote ( MOBIL HOUSE )
    queste sarebbero in ogni caso soggette a permesso di costruire (ad esclusione dei campeggi che usufruiscono di normative particolari) o posizionabili in comuni che le autorizzano.
  • Case su ruote Targate ( CASE CARAVAN )
    Dotate di targa e libretto di circolazione che ne attesta l'uso quale il rimorchio ad uso abitativo, caravan, furgone ad uso abitativo, etc. essendo veicoli a tutti gli effetti e non prefabbricati caricati su un rimorchio per trasporto, anche se specializzato per trasporto prefabbricati! Sono quindi posizionabili senza preventivo permesso di sorta in qualunque terreno privato, esclusi parchi o riserve, ove è da appurare dal regolamento del parco se è consentita la presenza delle caravan.

4. Le strutture arrivano complete o da assemblare sul posto?

La realizzazione della struttura (che sia casa caravan o che sia struttura fissa composta da più moduli)  avviene per intero in fabbrica. I singoli moduli vengono portati sul posto con camion e collocate su base predisposta dal cliente. In casi particolari si può anche ricorrere all’ assemblaggio sul posto, ma solo per costruzioni speciali.

5. Ho un terreno agricolo e non ho luce e acqua. Cosa posso fare per avere queste utenze?

Non avendo il permesso di costruire non si possono avere queste utenze.
Le nostre case caravan, invece, in quanto rimorchio ad uso abitativo hanno diritto a luce ed acqua, se presenti in zona.

6. Le strutture possono essere personalizzate nella pianta?

Si,  dove tecnicamente possibile, come anche nel posizionamento e nel numero degli infissi.
Essendo i costruttori, vi basterà fornirci il vostro progetto. Nulla in più pagherete per le variazioni.

7. Costruite strutture prefabbricate a più piani?

No. Solo ad un piano.

8. Una vostra struttura prefabbricata è adatta al clima montano o a quello più caldo delle zone di mare?

La coibentazione delle ns strutture di qualsiasi tipologia è elevatissima per cui sia al caldo torrido che al freddo delle alte quote sarà perfettamente gestibile.

9. Luce e acqua come funzionano?

In tutte le ns strutture comprese le case caravan, non esistono tubature acqua che operino all’interno dei muri o lungo il pavimento. Ogni sanitario avrà al di sotto della sua colonna, un foro nel pianale della struttura che permette ai tubi l’entrata e l’uscita, convogliandosi direttamente sotto la struttura, permettendo così una facile e veloce ispezione di tutte le tubature in qualsiasi momento. L’impianto elettrico opera nella canalizzazione delle pareti ed anch’esso è provvisto di attacco rapido esterno permettendo così un facile collegamento alla rete elettrica.

10. Vorrei acquistare una CASA caravan ma non posso mettere la vasca IMHOFF per le acque di scarico. Come fare per gli scarichi?

La Imhoff è la vasca che normalmente oggi viene utilizzata per gli scarichi ed è soggetta a permesso.
Il problema lo si risolve semplicemente utilizzando la vasca a tenuta Stagna. Esiste di varie dimensioni e non ha bisogno di alcun permesso e/o comunicazione.
Una volta satura sarà opportuno l’intervento di una ditta di espurgo pozzi neri per svuotarla.

11. Dal momento dell’ordine quanto tempo occorre per la consegna?

Generalmente in 60 gg la struttura viene realizzata e consegnata.

12. Vedo nel depliant vari prezzi per modelli di CASE caravan . Si può avere una CASA caravan grezza senza base?

NO. Perché  essendo una struttura immatricolata deve essere finita in ogni sua parte.

13. Volendo effettuare modifiche a distanza di tempo devo rivolgermi a Voi o Posso operare in assoluta libertà?

Scaduta la garanzia (due anni) qualsiasi intervento può essere effettuato da tradizionali artigiani.

14. Che garanzia offre sui prodotti la Vs Azienda?

Due anni

15. Posso unire in maniera stabile e definitiva una CASA caravan a struttura preesistente e/o unirla ad altra CASA caravan?

Trattandosi di veicoli deve essere mantenuta la propria indipendenza, pertanto si possono rendere comunicanti con sistemi smontabili ed amovibili rapidamente, in modo da ristabilirne l'originaria mobilità.

16. Che tipo di manutenzione occorre sulle Vs tipologie?

Normale manutenzione di una “casa” tradizionale.

17. Nelle Vs strutture si può inserire un tradizionale impianto di riscaldamento?

Certamente, suggeriamo comunque un climatizzatore a pompa di calore il cui impianto è già predisposto, per un ottimale ed economica climatizzazione caldo freddo.

18. Posso variare l'arredamento?

L'arredamento non è compreso: è soltanto disegnato per evidenziare che arredamenti con dimensioni standard si possono collocare perfettamente all'interno dei ns. prodotti.

19. Edilizia libera: l'elenco degli interventi che non richiedono Scia e Cila

GLOSSARIO EDILIZIA LIBERA

ELENCO NON ESAUSTIVO DELLE PRINCIPALI OPERE
La tabella allegata individua le principali opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo, nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia (in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al d.lgs. n. 42/2004).
La tabella, nello specifico, riporta:
1. Il regime giuridico dell’attività edilizia libera ex art. 6, comma 1, lettere da a) a e-quinquies), del d.P.R. n. 380/2001 e ex art. 17 del d.lgs. n. 128/2006.
2. L’elenco delle categorie di intervento che il d.P.R. n. 380/2001 ascrive all’edilizia libera (art. 6 comma 1), specificato da quanto previsto dalla tabella A del d.lgs. n. 222/2016.
3. L’elenco, non esaustivo, delle principali opere che possono essere realizzate per ciascun elemento edilizio come richiesto dall’art. 1, comma 2 del d. lgs. n. 222/2016.
4. L’elenco, non esaustivo, dei principali elementi oggetto di intervento, individuati per facilitare la lettura della tabella da cittadini, imprese e PA.

 

CONTINUA A LEGGERE IL TESTO INTEGRALE